March Sun – Konstantin Yuon

March Sun   Konstantin Yuon

A KF Yuon piaceva dipingere paesaggi soleggiati e questa foto non faceva eccezione. Sulla tela “March Sun” raffigura una giornata calda in un villaggio normale. Anche se marzo è considerato il mese di primavera, ma è ancora inverno per le strade.

La neve inizia a sciogliersi solo leggermente e il sole dà il suo calore. Il cielo diventa in qualche modo leggero e senza peso, per nulla come in inverno quando è coperto e pesante.

Qui ci sono cavalli con giovani cavalieri che camminano lungo un sentiero calpestato. Sotto i loro zoccoli scricchiolano la neve sciolta al sole. Sono seguiti da un altro cavallo, accanto al quale c’è un cane nero.

Sta cercando di giocare con il cavallo, tormentandola furiosamente. Lungo il percorso ci sono alberi ad alto fusto che si estendono fino a un cielo blu chiaro. Betulle sottili sostituiscono i loro rami al sole, cercando di riscaldarsi dopo un lungo inverno.

La neve scenderà molto presto e riprenderanno una nuova vita diffondendo le foglie.

Ci sono case sul poggio, i cui tetti sono ancora coperti da un cappello da neve. Le case sono accoglienti e calde, anche se sulla strada, nonostante i cumuli di neve, il sole primaverile riscalda così piacevolmente. Oltre ad animali e bambini, nessuno può essere visto.

Ognuno è impegnato con i propri affari. Sebbene lungo il percorso si possa presumere che abbastanza recentemente, letteralmente di fronte ai giovani cavalieri, altri cavalli hanno cavalcato. Il sentiero è calpestato e quindi è facile per i bambini guidare i cavalli, indirizzandoli nel posto giusto.

A prima vista può sembrare un paesaggio invernale. La neve brilla e luccica sotto la luce del sole, ma si sente che il sole è già caldo, primavera. Le derive sembrano essere coperte da una crosta fusa e molto presto scorreranno i flussi tanto attesi. La natura si risveglia dal letargo e la primavera arriva al suo meglio.

KF Yuon ha sorprendentemente trasmesso con precisione sia il calore del sole, sia il cielo traslucido e senza peso della primavera, attraverso il quale fluttuano piccole nuvole d’aria.