Madonna nel roseto – Sandro Botticelli

Madonna nel roseto   Sandro Botticelli

“Madonna in the Rose Garden” – una tipica Madonna antica Botticelli. L’aspetto della Vergine Maria combina organicamente i lineamenti delle eroine di Filippo Lippi e Andrea del Verrocchio e, allo stesso tempo, è segnato dalla grazia della struttura lineare caratteristica di Botticelli già nel periodo iniziale della sua opera.

Come negli altri maestri della Madonna, scritti negli anni 1469-1470, la composizione è permeata di riflessività e lirismo. Lo stesso con il trasferimento di volumi di plastica. L’artista non è appassionato dell’ombreggiatura cut-off. L’enfasi decisiva nell’identificare le forme che crea sulla linea. Descrivendo la forma, la sua linea consente irregolarità in termini di precisione anatomica dell’immagine.

Ma queste irregolarità non sono spiegate dagli errori nel disegno, ma dall’espressione di Botticelli, che svolge il ruolo principale nella sua pittura. E il tema principale del display per lui non è il mondo oggettivo, ma un’area di sogni, immaginazione.

Un arco sulle colonne, che ripete la forma della cornice, circonda la figura di Maria seduta su una panchina di pietra, con il Bambino in braccio. Botticelli riuscì a trasmettere il volume della figura e la profondità dello spazio. Dietro la parte posteriore della Madonna si può vedere un giardino con rose in fiore, che sono uno dei simboli della Vergine Maria.