La Flagellazione di Cristo – Piero della Francesca

La Flagellazione di Cristo   Piero della Francesca

Quest’opera è considerata uno dei capolavori della pittura del primo Rinascimento. Gli storici dell’arte la prestarono attenzione per la prima volta nel XVIII secolo. A quel tempo non si sapeva nulla delle circostanze che accompagnavano la sua scrittura, né di quando e per chi fosse stato creato.

Anche il contenuto dell’immagine sembrava misterioso. Non ho ancora risolto lo “scopo” delle tre figure in primo piano nell’immagine.

Secondo la vecchia versione comune di Urbino, al centro ecco il fratellastro del duca Federigo da Montefeltro. È circondato da membri del consiglio comunale di Urbino, che lo hanno condannato a morte nel 1444. Se questo è vero, l’artista associa l’immagine dell’esecutivo all’immagine di Cristo. Anche l’ipotesi di Sir John Pope-Hennessy, proposta da lui nel 1986, merita attenzione.

La sua essenza sta nel fatto che la figura con la camicia rossa è San Girolamo. Pertanto, la frustata di Cristo non è affatto la flagellazione di Cristo, ma i sogni di martirio del santo.

In ogni caso, l’idea principale della “Flagellazione di Cristo” è quasi certamente esposta nelle tre figure in primo piano, poiché sia ​​il Salvatore che i suoi torturatori vengono spinti in secondo piano.