La figlia del taglialegna – John Everett Millais

La figlia del taglialegna   John Everett Millais

Scritto nel terzo anno di presenza dell’artista nei ranghi dei preraffaelliti, “The Woodcutter’s Daughter” è diventato il secondo paesaggio di Milles dopo il dipinto “Ariel attira Ferdinando”, che più chiaramente tra tutte le opere preraffaellite di quel periodo trasmette una sensazione di autentica fusione con la natura. Difficile e ambiguo, questo quadro si riferisce anche alle opere di vecchi maestri e poesie contemporanee di Milles e riguarda i problemi dell’ingiustizia sociale.

The Woodcutter’s Daughter è stata creata a Wisem Woods, vicino a Oxford. Nel suo primo grande quadro, scritto all’aria aperta, Milles gettò le basi per le tecniche che dovevano svilupparsi in seguito e lo stile che ne derivava. Prima dipinse completamente il paesaggio e poi, quando il tempo peggiorò, tornò a Londra, nello studio di Gower Street, per scrivere personaggi.

La tesa posizione verticale delle figure nella foto testimonia l’influenza del “Ritratto della coppia Arnolfini” di Van Eyck, e la rapida riduzione della prospettiva, che sembra spingere gli eroi alla ribalta, è un dispositivo davvero innovativo.

La trama è tratta dal poema di Coventry Patmor con lo stesso nome. La figlia del taglialegna Maud, in un certo senso l’opposto dell’eroina di “Isabella”, si innamora di Merton, figlio di uno scudiero. Quando diventano adulti, la differenza sociale tra loro impedisce qualsiasi relazione ufficiale. Merton lascia la ragazza, annega il bambino nel fiume – il frutto del loro amore – e impazzisce. Milles raffigura il primo incontro dei personaggi: il ragazzo offre fragoline Maud, che l’artista ha scritto dalle bacche acquistate al mercato di Covent Garden.

Ha reclutato i suoi amici e patrocinatori di Oxford, Thomas e Martha Combe, chiedendo loro di andare a Botley, nei pressi di Wisem Woods, e di ottenere da una ragazza del villaggio che ha incontrato lì, un paio di vecchie scarpe e un vestito adatto. Martha e Thomas hanno soddisfatto la richiesta dell’artista. Il contrasto tra semplice,

Il Daily News notò che i preraffaelliti nel 1851 conferirono “sono nel potere della tomba e aderiscono ai loro dogmi con la convinzione dei martiri, ma allo stesso tempo ispirano il rispetto per la loro appassionata devozione a questi principi”. La conferma di ciò – nei vivaci dettagli del paesaggio nella “Figlia del taglialegna”, così come nella faccia lentigginosa originale della ragazza. Nel 1886, Milles ridipinge Maud, rendendola più aggraziata, su richiesta del proprietario del dipinto, il fratellastro Henry Hodgkinson.