I texani hanno molti antenati (antenati dei techamani): Paul Gauguin

I texani hanno molti antenati (antenati dei techamani): Paul Gauguin

La donna tahitiana nelle opere di Paul Gauguin occupa quasi il primo posto. L’eroina misteriosa e misteriosa, caratterizzata da un’insolita, persino selvaggia bellezza: questa è l’immagine attorno alla quale sono costruite molte tele dell’artista.

Avendo preso possesso di Tahiti, Gauguin sposò una giovane fanciulla locale, Tehour di tredici anni. Sorprendentemente, questa ragazza ancora molto giovane divenne il supporto di un artista maturo – l’assistente principale, musa e modella per il suo miglior lavoro. Inoltre, Tehura conosceva molto bene le tradizioni sacre locali e le disse a Gauguin, fornendogli una nuova piattaforma per l’immaginazione e la creatività.

Il dipinto “Gli antenati dei Techhamans” viene talvolta chiamato “Antenati di Tehury” o “I texani hanno molti antenati”. L’opera combina cose apparentemente incompatibili: gli attributi e i simboli tahitiani originali con note europee.

Gauguin rappresentava sua moglie in un abito europeo, ma allo stesso tempo, Tehura teneva in mano un tradizionale ventaglio di palme e fiori erano intrecciati tra i suoi capelli – i gioielli principali per i capelli di Tahitian.

Lo sfondo per il ritratto di Tehury sono insoliti fregi – misteriosi personaggi bizzarri e figure di due idoli, Taaroa e Hina, che sono considerati dai Tahitiani gli dei principali, gli antenati degli isolani.

Quanto è affascinante e insolita la bellezza della moglie ritratta di Gauguin: un viso grande, un naso grande, sopracciglia larghe e sagomate, una bella figura! Oggi è difficile capire quali fili collegassero la Gauguin europea con una modesta isolana-ragazza, tuttavia, si può sicuramente affermare che ha svolto un ruolo importante nell’opera dei non riconosciuti dal suo maestro contemporaneo.

Ad ogni modo, nel 1893, Gauguin tornò a Parigi e scrisse a memoria questa foto, desiderando ardentemente la giovane moglie incinta. Dopo il trattamento delle malattie a trasmissione sessuale che l’amante Gauguin raccolse sull’isola e i fallimenti sul fronte dell’amore, tornerà a Tahiti con la speranza di una tranquilla felicità familiare. Ma per questi due anni, Tehura sposerà già un uomo del posto, e il figlio di Gauguin, Emil, crescerà in una famiglia di isolani.

I successivi cordiali hobby di Gauguin non lasceranno tale traccia né nell’opera né nell’anima dell’artista.