I grandi pesci mangiano piccoli – Peter Bruegel

I grandi pesci mangiano piccoli   Peter Bruegel

Ritornato in patria, Bruegel ha continuato a lavorare per Jerome Kok. Era un disegnatore nel suo negozio di incisioni, chiamato “Four Winds”. Secondo i disegni di Bruegel furono prodotte diverse serie di incisioni.

Il negozio di Jerome Kok era molto popolare tra i residenti di Anversa e gli ospiti della città e portava notevoli entrate al proprietario. Kok si costruì diverse case e si arricchì di anno in anno, cosa che non si può dire degli artisti che lavoravano per lui. Bruegel, non ancora ampiamente conosciuto, fu costretto ad accettare i termini del suo padrone.

Tra le incisioni eseguite da Bruegel per il negozio “Sui quattro venti” c’era il famoso foglio “I grandi pesci divorano quelli piccoli”. In esso, l’artista ha affrontato per la prima volta l’argomento dei detti e dei detti popolari. Il lenzuolo raffigura un enorme pesce con una pancia aperta, da cui cadono altri pesci. Ognuno in bocca – pesci più piccoli e quello – abbastanza piccolo.

E sulla riva c’è una strana creatura – un incrocio tra pesce e uomo. Un piccolo pesce sporge dalla sua bocca.

Questo disegno non è solo un’illustrazione di un famoso proverbio olandese. Bruegel sta cercando di trasmettere allo spettatore l’idea che nel mondo umano, così come nel mondo animale, i forti divorano i deboli. Ma questo forte può diventare preda ancora più forte.

Per suscitare l’interesse degli acquirenti per l’incisione, Kok ha scritto su di esso il nome di un altro artista, il morto Hieronymus Bosch. Bruegel non espresse indignazione, perché lui, un maestro poco conosciuto in quegli anni, dipendeva dal suo datore di lavoro. Ma nella foto – l’originale, da cui è stata fatta l’incisione, la sua firma è stata conservata, grazie alla quale è diventato noto chi è veramente l’autore dell’incisione.