Giochi d’amore – Jan Steen

Giochi damore   Jan Steen

Wall sapeva molto bene in tutte le sfumature delle relazioni di genere. I suoi dipinti, scritti in scene erotiche, sono sempre dipinti con umorismo bonario. L’artista ha così magistralmente iniettato nei suoi dipinti accenni osceni e dettagli “erotizzati” che l’attuale spettatore non è sempre nemmeno chiaro dove si trovano.

Ad esempio, il dipinto “La ragazza che offre le ostriche” non ci sembra affatto indecente, anche se un tempo probabilmente faceva arrossire più di una matrona virtuosa. Il fatto è che le ostriche nel XVII secolo erano considerate un afrodisiaco forte.

Quindi una ragazza che offre ostriche offre qualcosa di completamente diverso. Ci sono pareti e altri dipinti erotici “semplici”. Forse godevano di una popolarità ancora maggiore tra i ricchi borghesi.

Questi includono, ad esempio, la scena posizionata a destra.

Questa immagine è molto curiosa non solo dal punto di vista pittoresco, ma anche dal punto di vista cognitivo, perché ci dà un’idea chiara della situazione in cui “la vita sessuale degli olandesi” ha avuto luogo. I gesti di entrambi i partecipanti al gioco dell’amore sono trasmessi dall’artista in modo molto plausibile e il vaso notturno vicino al letto aggiunge senza dubbio autenticità all’intera scena.