Frutteto di fiori di pesco – Vincent Van Gogh

Frutteto di fiori di pesco   Vincent Van Gogh

Ad Arles, Van Gogh sogna di dedicarsi completamente alla creatività. In attesa della primavera, l’artista inizia a lavorare nella natura. I pittoreschi dintorni di Arles sotto l’azzurro del cielo primaverile, le strade del villaggio, i campi e i frutteti trovano la loro incarnazione nei dipinti.

Durante questo periodo, appare un’intera serie di opere con l’immagine di mandorle, pesche, prugne e pere ricoperte di delicati fiori primaverili.

In questa immagine, Van Gogh raffigurava un frutteto, chiuso da una staccionata di legno. In lontananza, puoi vedere un cipresso e l’intero primo piano è occupato da una piattaforma da giardino piatta, nel mezzo della quale ci sono due giovani peschi sottili. L’artista usò un modo insolito: i tratti di pennello stendevano la superficie pittorica della tela come un mosaico.

Particolarmente interessante è il cielo: è pieno di punti discreti molto intensi di colore blu-blu su uno sfondo bianco. Colore blu brillante e va a terra, dove viene esaltato da calde tonalità pulite dell’ocra. Questo modo era perfetto per mostrare la freschezza dell’aria di primavera, la tenerezza della natura, che inizia a svegliarsi dopo un lungo sonno invernale.

Sullo sfondo di un luminoso cielo blu, i fiori di pesco rosa sono visibili sui fragili rami di un giovane albero.