Fare il bagno a un cavallo rosso – Kuzma Petrov-Vodkin

Fare il bagno a un cavallo rosso   Kuzma Petrov Vodkin

Quest’opera di Petrov-Vodkin nell’era sovietica era molto popolare e familiare a tutti, nonostante il dominio del realismo sociale. La tela è sorprendentemente colorata, luminosa, in scala. La colorazione dell’immagine è costruita sul contrasto dei colori blu e rosso, si può vedere una forte influenza del simbolismo: semplicità delle forme, colori semplici.

Uno dei simboli della Russia è sempre stato un cavallo. Spesso la sua immagine è usata nella pittura e nella letteratura. Nell’immagine di Petrov-Vodkin, l’immagine di un cavallo rosso è usata nello stesso contesto.

Ma il suo colore non si riferisce in alcun modo ai bolscevichi, che salirono al potere nel 1917. Il colore rosso, quasi viola, è usato qui come simbolo di aggressività e forza. Inoltre, la parola “rosso” in lingua russa ha un altro significato: “bello”.

Come Kazimir Malevich, Petrov-Vodkin usava spesso le tecniche e le tecniche della tradizionale pittura di icone russe.

Il cavallo rosso, senza dubbio, è il centro dell’immagine. È enorme, non si adatta alla tela. Il suo colore e la scala rendono l’immagine irreale, sembra che consciamente al suo pilota di controllarla.

Il suo cavaliere – un ragazzo nudo – enfatizza il potere del cavallo e svolge il secondo ruolo, anche se la sua faccia è mostrata schematicamente. Oltre a loro, l’immagine mostra altri due cavalli con cavalieri: bianco e arancione, ma non sono disegnati con tale dettaglio e chiaramente come il personaggio principale dell’immagine: il cavallo di colore rosso.

Lo spazio circostante aggiunge irrealtà a ciò che sta accadendo: la costa sotto forma di un arco liscio, il colore della vegetazione circostante.