Ester prima di Artaserse – Pompeo Batoni

Ester prima di Artaserse   Pompeo Batoni

La trama del quadro che l’artista prese in prestito dalla Bibbia, raccontando come la regina Ester, moglie del re persiano Artaserse, venne dal re per chiedere misericordia ai suoi compagni tribù degli ebrei che vivevano nello stato persiano. Apparendo nelle camere reali senza una chiamata, ha violato la legge della corte, che, secondo l’usanza, è punibile con la morte.

Nel tardo periodo dell’arte di Poussin, la costruzione delle sue tele è semplificata, ma dietro l’equilibrio esterno e la serenità c’è la tensione e il dramma. La composizione del dipinto è divisa in due parti: Artaserse e i suoi consiglieri sono raffigurati a destra, Ester e i suoi servi a sinistra.

L’alternanza cerimoniale di colonne e nicchie con statue sullo sfondo determina il ritmo dell’intera scena, ma questo ordine rigoroso è disturbato da un gruppo di cameriere che sostengono Ester, che perdono conoscenza per l’eccitazione.

Gli abiti di Artaserse sono privati ​​di decorazioni adeguate per il re, ma grazie al ricco colore rosso del mantello sembrano essere un abito lussuoso.