Ercole e Omphale – Francois Boucher

Ercole e Omphale   Francois Boucher

Francois Boucher – un brillante rappresentante del rococò francese. Ricoprì una posizione di rilievo sotto il re Luigi XV, fu “il primo artista del re” e, essendo piuttosto di moda, godette del patrocinio di Madame de Pompadour. Nel 1734, divenne membro dell’Accademia di Parigi e nel 1765 – il suo direttore.

Un posto speciale nell’opera dell’artista era l’arte applicata. Ha creato schizzi per arazzi, pannelli, porcellane, è stato impegnato nella produzione di scenari teatrali, illustrazioni di libri, disegni di ventagli, sfondi, orologi, ecc. In una parola, è stato attivamente impegnato nella progettazione di interni.

Essendo “il primo artista del re”, fu Bush a determinare lo stile di mobili, stoviglie e abiti di Luigi XV.

Una caratteristica del modo creativo dell’artista era la pretenziosità, l’eccessiva raffinatezza, il desiderio di fuggire dalla realtà. È stato proprio questo che ha determinato la passione di Bush per i dipinti pastorali, raffiguranti il ​​mondo idilliaco di pastori e pastori rurali, e per scene mitologiche, i cui personaggi erano bellissime ninfe e giovani divinità. Ma in tutto ciò è stata vista una giocosità. I pastori e le ninfe raffigurati dall’artista sono tutti gli stessi parigini vestiti con un abito da pastore o un antico chitone greco.

Gli ideali edonici di Luigi XV e del suo entourage, che predicavano un godimento sfrenato della vita e una sincera sensualità, determinarono in gran parte lo stile di scrittura per Bush. Lo stesso artista si considerava uno studente di Antoine Watteau. E in effetti, esternamente nei dipinti di questi artisti molto in comune. Tuttavia, c’è una grande differenza interna tra di loro.

Creatività Bush, in particolare il periodo tardo, privo di qualsiasi significato profondo. Le tele degli artisti, realizzate con grande maestria, prive di contenuti vivaci. Ovunque c’è un tocco di sottile erotismo, qualche ambiguità.

Le forme sono indebitamente levigate ed estetizzate per motivi di decorazione e raffinatezza.

I caratteristici colori pastello nel dipinto di Rococò in Bush sono troppo delicati. Seleziona le vernici in base a quanto si adattano perfettamente. Le sfumature di tono utilizzate da Bush sono molto sofisticate.

Molti di loro hanno preso il loro nome nello spirito della “brutta” stilistica. Ad esempio, “il colore dell’anca di una ninfa spaventata” o “il colore di un tempo perduto”. Un esempio dell’opera tardiva di Boucher – il dipinto “Giove e Callisto”.

Una delle prime opere di maggior successo dell’artista, Ercole e Omphala, è conservata nel Museo Statale di Belle Arti Pushkin di Mosca. Per la trama di scrivere una foto presa l’antico mito greco di Ercole. L’antico eroe fu tenuto prigioniero dalla regina Lidia Omphalos e tra loro scoppiò l’amore. Bush non ha scelto questo particolare mito: era attratto da trame salate con un leggero tocco di erotica. La composizione dell’immagine è molto semplice.

Al centro ci sono figure di Ercole e Om-drizze, nell’angolo in basso a destra ci sono due amorini, un attributo invariato di questo tipo di dipinti.

Lo sfondo è l’interno delle camere della regina Lidia. I corpi nudi dei personaggi sono molto realistici. Contrariamente alla successiva pittura dell’artista, non c’è ancora alcun desiderio evidente di abbellire la realtà e in qualche modo idealizzare le immagini dei personaggi. Una scarica di passione, che unisce il corpo l’uno all’altro; trasmesso dall’artista con grande forza.

La gamma di sfumature utilizzate da Bush è molto colorata, luminosa e ricca. I colori succosi ti permettono di sentire la salute e il potere degli amanti di Ercole e Omphale.

Questo dipinto è una delle migliori opere dell’artista. Boucher scrisse anche capolavori come “Venere che conforta Cupido”, “Paesaggio nelle vicinanze di Beauvais”, “Il trionfo di Venere”, “Pigmalione e Galatea”, ecc. e il mondo intero.