Ercole e Omphale – Bartholomeus Spranger

Ercole e Omphale   Bartholomeus Spranger

Dipinto dell’artista fiammingo Bartholomeus Spranger “Hercules and Omphal”. Le dimensioni dell’immagine sono 24 x 19 cm, rame. L’immagine si basa sulle antiche storie mitologiche greche su Ercole.

Omfala è una regina di Lidia, figlia del dio del fiume Iardana, vedova di Tmola, una semi-dea semi-asiatica, metà militante, metà femminile, patrona dei piaceri e rappresentante della produttività femminile.

Omphala era considerato l’antenato dei re di Lidia, principalmente quelli che discendevano dagli Eraclidi assiri. Quando Ercole, in punizione per l’omicidio del figlio di Evritov Ifit, fu venduto da Hermes in schiavitù, Omphala era la sua amante. Ercole, incantato da lei, si dimenticò della sua militanza e mascolinità, piegò un randello e una pelle di leone ai piedi della regina e indossò abiti da donna.

Invece di un duro lavoro precedente, ora doveva sedersi sul filo in una cerchia di schiavi e soddisfare i capricci della sua amata padrona. Omphale di Ercole ebbe diversi figli. Il mito di Ercole e Omphal fu usato da molti pittori; così, è noto il ritratto di Pompeo, che raffigura Ercole, vestito con abiti da donna, in compagnia di schiave e di una regina severa, che tolse gli attributi dell’eroe alla sua militanza.