Dopo il bagno – Edgar Degas

Dopo il bagno   Edgar Degas

L’opera di Edgar Degas “Dopo il bagno” è stata scritta dall’autore a quell’età in cui un uomo non può più essere tentato o sorpreso. L’esperienza dell’artista spiega l’esatto trasferimento del corpo femminile, sfumature e cambiamenti legati all’età. L’eroina della trama è ancora giovane. Il suo corpo formato non è più così angolare, le sue ginocchia non sono affilate e le spalle hanno acquisito una piacevole pendenza.

I capelli raccolti in un guscio denso pulito e hanno un colore ramato, non toccato da capelli grigi. I suoi lineamenti sono poco indovinati, ma il profilo mostra un mento teso e un collo snello. Probabilmente la ragazza non ha ancora trent’anni.

La stanza in cui è stata collocata l’eroina Edgar Degas ricorda una lavanderia. Qui mucchi di lenzuola bianche, molto probabilmente di lino o cotone. Su uno di loro si stabilì una donna scalza.

Le sue piccole dita incastrate in una spugna o in un pezzo di materiale tessile e con entusiasmo strofinano una pelle umida. Una posa divertente apre un passatempo solitario; non c’è nessuno nella stanza tranne l’eroina stessa. Il disordine che prevale in ogni angolo, avvolgeva la signora calda della casa. Anche lo schienale di una sedia sembra abitabile e grasso.

Apparentemente, è popolare.

La gamma calda va d’accordo con il colore turchese scuro del pavimento. Il pastello, che è stato scelto dall’artista come materiale principale, si sbriciolava ed esponeva le macchie graffiate di colore rosa. La carta ha invecchiato e ha perso la sua precedente elasticità. Pertanto, l’immagine è diventata un frammento di pittura pastello, prezioso per la sua età e la sua paternità. I pastelli colorati non sono ospiti frequenti nelle mani dei pittori.

Più interessante è l’immagine “Dopo il nuoto”. Degas, usando la proprietà unica dei pastelli, si distende sulla carta, a seconda del grado di depressione o ombreggiatura, a volte più luminoso, quindi più pallido, manipola magistralmente il colore.

Per elaborare il primo piano, l’autore ha scelto l’ombreggiatura, strofinando il bianco sulla sua schiena nuda, segnando il bagliore della luce solare. Ma il piano di sfondo, come le tende, ha un chiaro contorno delle pieghe. “Dopo il bagno” – un’immagine con una trama familiare. È comprensibile, a causa della quale domanda. Non è necessario indovinare e indovinare.

L’autore parla semplicemente il linguaggio dell’arte con coloro che possono anche fare un bagno e asciugare con entusiasmo le gocce e la schiuma di sapone rimanente dai propri corpi.