Denti di leone – Isaac Levitan

Denti di leone   Isaac Levitan

Il dipinto “Denti di leone” è stato dipinto dall’artista nel 1889. È una delle opere più famose di Levitan, considerata una vera maestra di nature morte. L’immagine è apparsa in un momento in cui l’autore era in una piccola città sul Volga. Questa è la sua città natale, quindi tutto l’amore e la tenerezza sono stati messi nell’opera, ed è stato anche riempito con semplicità di stile e insolito trasferimento dell’immagine.

I denti di leone luminosi provocano un contrasto con uno sfondo grigio inespressivo. Sembra che l’autore abbia usato specificamente questa tecnica. In relazione allo sfondo, i denti di leone sembrano molto teneri, chiari e ariosi.

A causa del fatto che non tutti i denti di leone sono gialli – è presente anche il colore bianco, l’immagine diventa ancora più fresca.

L’artista presta attenzione ad ogni dettaglio della tela. Guardando questi bellissimi denti di leone, ricorda immediatamente le calde e limpide giornate estive, l’odore seducente di prati e fiori selvatici. Questi ricordi portano ad ognuno emozioni diverse.

I denti di leone teneri e fragili fanno un altro trucco: sono in una pentola di terracotta. In un primo momento, sembra che sia abbastanza semplice, ma in realtà evoca ricordi della sua terra natale, tradizioni e residenti locali. Gli steli sottili delle piante da campo sono molto aggraziati.

I denti di leone gialli sembrano interessanti insieme ai fiori bianchi che sono già pronti a volare. Sono associati alla transitorietà della vita, che scompare rapidamente.