Danae – Jan Gossaert

Danae   Jan Gossaert

La storia dell’arte olandese Jan Gossaert, soprannominato Jan van Mabuse, entrò come l’antenato del “romanismo” – la direzione nella pittura olandese, associata al trasferimento di principi, idee, immagini del Rinascimento italiano sul loro territorio natio.

Gossaert ha studiato pittura a Bruges. Nel 1508-1509 visitò Roma, dove fece molti schizzi da monumenti antichi, ma soprattutto la sua immaginazione fu colpita dalle opere dei più grandi maestri del Rinascimento Michelangelo, Raffaello, che lavorò a Roma in questi anni.

Ritornato in Olanda, l’artista ha lavorato su dipinti su temi religiosi e mitologici. Aveva i suoi personaggi in interni architettonici che ricordano quelli antichi. I suoi eroi mitologici ricevettero uno sguardo in cui si indovinava la sublime nozione di bellezza caratteristica dei grandi italiani e la passione vivificante e carnale dei Paesi Bassi, prefigurando l’opera di P. Rubens.

Altre opere famose: “Nettuno e Anfitrite”. 1516. Musei statali, Berlino; “La Vergine Louvain”. Circa.

1516. Prado, Madrid; “San Luca, disegno della Madre di Dio”. 1515.

National Gallery, Praga; “Ritratto di un giovane.” Circa. 1512. Museo Boymans van Beningen, Rotterdam.