Cristo benedicente – Antonello da Messina

Cristo benedicente   Antonello da Messina

Antonello da Messina – un brillante rappresentante della scuola italiana di pittura del primo Rinascimento. L’opera matura del maestro è una fusione di elementi italiani e olandesi. L’immagine della benedizione di Cristo è una variante del tipo iconografico, che ha ricevuto la definizione di “Salvator Mupdi”.

Cristo è raffigurato senza un potere, un simbolo di potere e non incoronato. Il suo sguardo pervasivo e il gesto benedicente attirano l’attenzione. La mano sollevata sopra la cornice è scritta con un chiaro taglio prospettico.

Avrebbe dovuto stupire i suoi contemporanei con l’illusione di sembrare dietro il piano dell’immagine e di essere diretta direttamente allo spettatore in piedi di fronte a lei.

Uno sguardo ravvicinato troverà che parte dello strato di pittura viene cancellato e sotto di esso puoi vedere una posizione iniziale leggermente diversa della mano. È interessante notare che uno o due decenni dopo, Hans Memling avrebbe creato un’immagine simile due volte. Ciò dimostra che non solo i maestri olandesi hanno influenzato i contemporanei italiani, ma lo è stato e viceversa.