Composizione sferica di colore rosso – Ivan Klunkov

Composizione sferica di colore rosso   Ivan Klunkov

Capolavoro riconosciuto di un’artista d’avanguardia non riconosciuta, questa immagine rappresenta chiaramente il principio base dell’arte non oggettiva: la distruzione del dilemma della “figura di fondo” e la dissoluzione del contorno lineare.

L’immagine è piena fino all’orlo della sagoma di una palla rossa, il cui splendore si estende su tutto il suo piano e raggiunge i bordi neri del nero spalancato. La geometria si dissolve nella luce mistica, che trionfa sulla forma.

Durante questi anni, l’artista è interessato al centro spalancato della pittura, il luogo del suo potenziale contemplativo, che porta all’area dell’astruso. Entrò in polemiche attive con rappresentanti di “arte industriale” e sostenne che i dipinti sono ancora più esperimenti artistici, piuttosto che progetti tecnici.

Il precedente lavoro di Clun si svolgeva nell’ambito del Suprematismo, ma nel 1919 decise di rompere con questo stile e dedicarsi all’arte “vivente” del colore. Tuttavia, la creazione di diverse costruzioni di colore da forme geometriche non ha comportato altro che accuse di formalismo. Più tardi amò i successi dei pittori francesi e scrisse soprattutto nature morte nello spirito del purismo.