Combatti nello stretto di Chios il 24 giugno 1770 – Ivan Aivazovsky

Combatti nello stretto di Chios il 24 giugno 1770   Ivan Aivazovsky

Il dipinto di Ivan Aivazovsky “Lotta nello stretto del 24 giugno 1770” raffigura gli eventi della guerra russo-turca del 1768-1774. Il 24 giugno 1770, uno squadrone della flotta russa guidato dal conte A. Orlov e dall’ammiraglio G. Spiridov scoprì le principali forze della flotta turca ancorata vicino alla baia di Chesmenskaya. Numerose navi da guerra turche furono riparate nello stretto per evitare una battaglia con la flotta russa.

Ma non potevano evitare una rissa. L’altezza della battaglia navale è rappresentata nella foto di Aivazovsky.

Le navi a vela delle flotte russa e turca erano allineate. Il fumo della pistola proveniente dalle salve delle armi nebulizza il campo. Al centro della composizione dell’immagine è la nave di G. Spiridov “St. Eustathius Plakida”, che viene attaccata da attacchi nemici. Ma nonostante ciò, l’ammiraglio Spiridov guida l’Eustache direttamente sulla nave ammiraglia turca, la Real Mustafa.

I marinai russi sono pronti per la battaglia di imbarco. Fuori dall’immagine è rimasto il tragico finale della lotta. “St. Eustathius Plakida” fu fatto saltare in aria, e successivamente esplose la “Real Mustafa” turca, dopo di che lo squadrone turco iniziò a partire per la baia di Chesmenskaya, dove fu bloccato dalle navi russe.

Il fumo dei proiettili riempie il cielo blu.

Aivazovsky usa un orizzonte basso nella foto, che crea una maggiore impressione della grandezza delle navi da guerra russe. Sembrano sollevarsi sopra il mare nel cielo. Il mare è irrequieto a causa delle conchiglie. L’immagine è scritta in modo così realistico che ti senti testimone di quegli eventi, senti raffiche di tribunali militari, le grida dei marinai.

Grazie a Ivan Aivazovsky, ricordando la storia della guerra russo-turca, verrà ora ricordata un’immagine della sua magnifica immagine.