Cinque cavalli girati per groppa nella stalla – Theodore Gericault

Cinque cavalli girati per groppa nella stalla   Theodore Gericault

Per dipingere questa immagine, Géricault ha ricevuto un permesso speciale per lavorare nelle scuderie reali, situate a Versailles. L’artista trascorre nelle stalle per 6-8 ore, osservando il comportamento degli animali. Presta particolare attenzione al lavoro su singoli frammenti di figure di cavalli, raffigurandoli con la massima precisione.

Per diversi giorni di fila, l’artista è stato impegnato a disegnare criniere e code separatamente, scrivendo attentamente quasi tutti i capelli per trasmettere chiaramente la sua trama. Non dimenticare che Gericault era fanaticamente devoto ai cavalli, considerandoli gli esseri più aggraziati e perfetti in termini di proporzioni del corpo. Il motivo scelto dal pittore ha causato confusione negli ambienti artistici.

Per la prima volta, un’opera d’arte era rappresentata da semole di cavallo. Inoltre, Gericault considerava questa prospettiva così pittoresca e autosufficiente da non aggiungere alcun dettaglio esplicativo. Per questo motivo, i critici hanno ritenuto particolarmente audace elevare il motivo di questo dipinto al rango di “nobile” trovato su tele di soggetti storici e mitologici.

Tuttavia, l’artista stesso ha ripetutamente affermato che il tema è secondario, la cosa principale qui è lo stile e la tecnica di esecuzione.

È interessante notare che questa immagine ha trovato comprensione tra i colleghi dell’artista. Delacroix nota con ammirazione il fatto che Géricault è in grado di trasformare anche la cosa più banale in qualcosa di “veramente sublime”.