Capanne sotto gli alberi – Paul Gauguin

Capanne sotto gli alberi   Paul Gauguin

L’artista francese Paul Gauguin divenne uno di quelli che gli storici dell’arte chiamarono postimpressionisti – insieme a V. van Gogh e A. Toulouse-Lautrec. Il punto, tuttavia, non è dove identificare l’artista e a quale tendenza stilistica attribuirlo. Era una brillante individualità creativa, un vagabondo e un avventuriero, un uomo di famiglia esemplare e un uomo vizioso.

Nelle personalità dell’era del modernismo, in qualche modo strano convivevano estremi.

Gli impressionisti hanno già iniziato ad abbandonare la visualizzazione del soggetto e hanno sottolineato l’inizio dell’autore soggettivo. Le linee chiare hanno lasciato il posto allo sfocato.

La tavolozza dei colori si è rivelata peculiare, o deliberatamente urlando o, al contrario, ovattato.

Quindi, ad esempio, i paesaggi polinesiani di Gauguin sono realizzati in un modo in cui l’immagine stessa è come se fosse leggermente spostata, distorta rispetto a quella originale. Da qualche parte nell’angolo della tela, “annidato” le persone, ma crea chiaramente solo lo sfondo e l’attenzione dell’artista non si concentra su di esse. Sì, è facile indovinare che sono nativi, che hanno una tradizione di portare brocche d’acqua o piatti con cibo in testa.

Ecco le loro capanne nelle profondità della fitta vegetazione tropicale resa molto più luminosa dai colori. Per il resto, vediamo un tripudio di verde.