Camera da letto di Vincent ad Arles (Camera da letto di Van Gogh) – Vincent Van Gogh

Camera da letto di Vincent ad Arles (Camera da letto di Van Gogh)   Vincent Van Gogh

Il dipinto “La camera da letto di Van Gogh” è stato dipinto ad Arles nel 1888. Alcuni mesi prima, l’artista si trasferì in una nuova casa, dove affittò una delle stanze. A quel tempo, sognava di creare il “Workshop del Sud” – una casa dove gli artisti del nuovo tempo lavoreranno insieme.

Gli umori ottimisti e le speranze per un futuro migliore sono stati espressi nella maggior parte delle opere di Van Gogh di questo periodo.

Il dipinto raffigura una stanza insignificante e semplice. Il letto in legno occupa quasi un terzo dello spazio, a sinistra puoi vedere un tavolino da toeletta con una brocca e due sedie. Ma nell’interno senza pretese della stanza, Van Gogh trova bellezza e cerca di darle un suono nuovo e straordinario.

L’artista semplifica deliberatamente i colori e li rende più luminosi, distorce la prospettiva, facendo sembrare l’interno dipinto con una mano inetta di un bambino. In una lettera a Gauguin, Van Gogh scrisse che gli sarebbe piaciuto trasmettere un’atmosfera pacifica, evocando pensieri sul riposo e sul sonno.

Allo stesso tempo, nella foto c’è un motivo di nostalgia, che si avverte guardando lo spazio deserto della stanza, la cornice della finestra nera e, soprattutto, le sedie vuote. Il motivo delle sedie vuote suona spesso nelle opere di Van Gogh. Li ha dipinti ripetutamente come un simbolo di inutilità e solitudine.