Battaglia di Ivan Tsarevich con il serpente a tre teste – Victor Vasnetsov

Battaglia di Ivan Tsarevich con il serpente a tre teste   Victor Vasnetsov

Tutti amiamo leggere e ascoltare le fiabe dei popoli della Russia, perché in essi il bene trionfa sempre sul male. Questo tema si riflette nei dipinti di molti pittori. Uno di questi è V. M. Vasnetsov.

Ha molte immagini sul tema storico, sul tema delle fiabe e delle epopee.

In questa immagine, l’artista ha raffigurato un’immagine della loro battaglia. Ivan Tsarevich è in primo piano, come si addice al protagonista e all’eroe epico. Oscilla il serpente malvagio e astuto con la sua spada. Ivan Tsarevich aveva appena tagliato il serpente con una delle teste, per il quale era molto arrabbiato. Non rinuncia alla speranza di uccidere Ivan, ma è riuscito a difendersi in tempo con uno scudo.

A giudicare dall’apparizione di Ivan Tsarevich, la battaglia dura da molto tempo, ma non c’è nessun posto dove ritirarsi e non ha il diritto di sbagliare, perché dietro la sua schiena c’è la principessa, che è molto spaventata da tutto ciò che accade.

L’artista ha dipinto un’immagine in modo che il sole illumini solo Ivan Tsarevich. Penso che lo abbia fatto per mostrare a tutti la purezza e la serenità delle sue intenzioni e azioni. Dopotutto, Ivan Tsarevich vuole liberare la sua terra natale da ospiti indesiderati, dai nemici.

Protegge i bambini, le donne e gli anziani che sono minacciati dai serpenti. Al contrario, il serpente raffigura un paesaggio cupo, montagne scure, un tramonto rosso, come il sangue.

Ivan Tsarevich protegge la cotta di maglia affidabile, la spada comoda, lo scudo pesante. Ricche decorazioni sullo scudo di Ivan mostrano che è il futuro re. Durante la battaglia, dovette stare in piedi su un ginocchio, con la seconda gamba che teneva in mano il Serpente e si appoggiò allo stomaco.

Al momento giusto Ivan Tsarevich taglierà il Serpente alle teste rimanenti e il bene, come dovrebbe essere, vincerà, la principessa verrà salvata e il Serpente assetato di sangue non sarà più in grado di torturare le persone.

Nella sua immagine, V. M. Vasnetsov ha rappresentato la battaglia nel suo momento cruciale e ha mostrato la forza di entrambi gli avversari, la vittoria del bene e la giustizia sul male.