Ballerina spagnola con mantello di pizzo – Mary Cassat

Ballerina spagnola con mantello di pizzo   Mary Cassat

Il sogno di Cassatt di visitare la Spagna divenne realtà nel 1872. Ci sono state molte impressioni dal viaggio, la loro influenza positiva sul lavoro dell’artista è evidente in una serie di tele legate al tema spagnolo.

Il desiderio di visitare questo paese sorse da lei, molto probabilmente dopo aver conosciuto nel 1867 le opere di Mane, aderente a tutto ciò che era connesso con la Spagna, e la maggior parte dell’Europa a quel tempo era sotto l’incantesimo di tutti gli spagnoli. Grazie alla mostra di dipinti di Man, Cassat si rese conto di poter utilizzare nel suo lavoro l’esperienza di famosi artisti del passato. Allo stile di Manet, chiaramente distinto dal modernismo, ha “armonizzato” armoniosamente la linea Courbet, con il suo realismo, pieno di motivi romantici.

Trame di dipinti del tema spagnolo, ha scelto principalmente quelli tradizionali.

L’opera, che illustra in modo vivido lo stile artistico di Cassat di questo periodo, si chiama “La ballerina spagnola nella mantiglia di pizzo”. L’artista osserva una certa moderazione nei dettagli, senza sovraccaricarli con la componente etnografica. La composizione si è rivelata “tagliata”, a causa della quale tutta l’attenzione è rivolta al gesto dell’eroina, così come al suo aspetto penetrante e “accattivante”.

I primi scatti appaiono già, segnalando che lo stile impressionista non è lontano: il colore, abbinato all’illuminazione.

La moderazione, che Cassat ha mostrato qui in dettaglio, diventerà col tempo una delle caratteristiche distintive delle sue opere.