Bacio di Giuda – Hans Holbein

Bacio di Giuda   Hans Holbein

“Passioni del Signore in toni di grigio” sono considerate una delle principali creazioni di Hans Holbein il Vecchio. Il ciclo ha ricevuto questo nome grazie alla gamma di colori monocromatica grigia, realizzata con la tecnica della grisaglia, imitando la scultura. Queste sono 12 immagini degli ultimi episodi della vita terrena di Cristo.

Il dipinto “Il bacio di Giuda”, al centro, è una storia della storia del Vangelo. Giuda Iscariota – uno dei discepoli di Gesù Cristo – lo tradì, lo indicò alla guardia, lo baciò di notte nel giardino del Getsemani dopo aver pregato per la coppa. Il bacio di Giuda nel cristianesimo è tra la Passione di Cristo e segue immediatamente la preghiera del Getsemani di Gesù.

Il bacio di Giuda divenne un linguaggio che indica il più alto grado di inganno e tradimento. Tutti e quattro gli evangelisti Marco, Luca, Matteo e Giovanni raccontano dell’arresto di Gesù Cristo.

Ecco come scrivere sull’arresto di Gesù nel Vangelo di Matteo:

“… ecco, Giuda, uno dei dodici, venne, e con lui una grande moltitudine di spade e bastoni, dai capi sacerdoti e dagli anziani del popolo. E chi lo tradì diede loro un segno, dicendo: Chi bacio, è, prendilo. E Venendo immediatamente a Gesù, disse: “Ave, rabbino!” E lo baciò.

A quel tempo, Gesù disse al popolo: “Era come se tu fossi uscito con una spada e una spada per prendere un ladro; io sedevo con te ogni giorno insegnando nel tempio e non mi prendevi. Ma tutto ciò è accaduto, che le scritture dei profeti si avverino.” Quindi tutti i discepoli, lasciandolo, fuggirono. Ma quelli che presero Gesù lo portarono da Caiafo, sommo sacerdote, dove si erano radunati gli scribi e gli anziani. “