Autunno d’oro. Slobidka – Isaac Levitan

Autunno doro. Slobidka   Isaac Levitan

Viaggiare lungo il Volga era l’hobby preferito dell’artista. Molte immagini dell’autore sono associate a questo fiume possente. E questa volta, quando Levitan visitò il suo posto preferito Ples sul Volga, scrisse questo lavoro.

L’immagine è inerente alla dualità: da un lato mostra la ricchezza della natura, una luminosa stagione autunnale a breve termine, dall’altro – la vita semplice di un villaggio russo.

Nella foto puoi vedere le case traballanti dei contadini, guidando attraverso la strada, la foresta ingiallita. Nelle profondità del lavoro ci sono tonalità di colore calme. Qui l’artista ha mostrato la grandezza di questo grande spazio, così come la tranquilla aspettativa di giorni freddi e piovosi.

Nella foto, come se fosse visibile la vita ciclica. Il villaggio si trova in mezzo ai campi verdi. Gli ultimi giorni di sole valgono la pena, anche se il sole non è più caldo. A sinistra si trova una sottile betulla con fogliame ingiallito.

Questa betulla è un punto luminoso rispetto ad altri alberi, che lasciano cadere le loro foglie e si oscurano, sembrano in attesa dell’inizio dell’inverno per tuffarsi in letargo prima dell’arrivo della primavera.

Una strada di campagna si estende lungo case inclinate, come se si congelasse da una siepe fatiscente fatta di barre intrecciate, che si aggrappa alla capanna estrema, e poi appare tra i campi e scompare da qualche parte all’orizzonte.

Pertanto, il maestro ha mostrato che la vita è un corso naturale di eventi, l’estate è sostituita dall’autunno, a sua volta è l’inverno, ecc. È un ciclo continuo della vita della natura.