Argine degli Schiavoni a Venezia – Alexander Mordvinov

Argine degli Schiavoni a Venezia   Alexander Mordvinov

Nella prima metà del secolo scorso, il disegno e la pittura amatoriali sono diventati estremamente popolari. Artisti dilettanti potevano essere trovati in tutti gli strati di una società istruita.

Molti di loro sono rimasti pittori di album, alcuni sono diventati artisti professionisti, altri, pur rimanendo dilettanti, grazie a studi seri hanno raggiunto un livello abbastanza professionale. Conte, ciambellano, Alexander Mordvinov ed è conosciuto come l’autore di paesaggi abbastanza buoni e italiani. Studiò sotto M. N. Vorobiev e nel 1837, come dilettante, ricevette il titolo di membro onorario gratuito dell’Accademia delle Arti.

I suoi paesaggi sono scritti in modo molto sottile, ma l’influenza di Vorobyov si fa sentire troppo in essi, soprattutto evidente nella scelta del tema del paesaggio e nell’interpretazione condizionatamente romantica dell’ambiente luce-aria.

Il terrapieno degli Schiavoni a Venezia raffigura uno dei panorami più famosi della città – una vista della chiesa di Santa Maria della Salute. Il punto di vista ben scelto consente allo spettatore di vedere contemporaneamente diversi capolavori dell’architettura veneziana, una folla eterogenea su un terrapieno molto esteso e un’ampia distesa d’acqua, che riflette il cielo sereno. Lo sfondo blu-dorato generale del paesaggio, l’acqua luminosa e il cielo creano un’atmosfera poetica nell’immagine.