Alloggio – Vladimir Makovsky

Alloggio   Vladimir Makovsky

I dipinti di Makovsky possono essere attribuiti all’arte degli Erranti. Le sue opere sono una peculiare manifestazione di cura e comprensione, gioia ed emozioni del “piccolo uomo”. Alcuni dei suoi dipinti possono essere attribuiti alla lotta dei ricchi e dei poveri, è in questo contrasto che ottiene le sue opere.

L’autore ama denunciare l’ingiustizia umana. Il dipinto “Rifugio notturno” è stato dipinto nel 1889, è dedicato al tema dell’umiliato e insultato.

Nella foto vediamo persone, persone infelici che non hanno un riparo che vagano per la strada della città in cerca di un pernottamento, almeno per una notte. Vediamo una fila di persone, in fila con il desiderio di passare la notte al caldo. Molti di coloro che sono rimasti alle loro spalle continuano ad affollarsi. A Makovsky, secondo me, è eccellente, si scopre, mostrare il carattere delle anime umane.

Ogni persona raffigurata nella foto, ha la sua anima e il suo destino, con i suoi principi speciali in grado di sperimentare le prove che hanno sottoposto le loro vite.

Particolare attenzione è attratta dalla figura del vecchio raffigurato al centro della tela. Questo vecchio ti permette di illuminare un altro vagabondo privato; il vecchio indossa abiti strappati e strappati che non riscaldano il vecchio. Da sotto le sue scarpe logore può vedere le gambe nude. Secondo gli storici, il vecchio raffigurato è l’artista Savrasov. Gli ultimi anni della sua vita Savrasov trascorse in povertà, vagando alla ricerca di un pernottamento, con ordini rari.

Makovsky raffigura accuratamente anime ferite di persone.

Nonostante l’intera tragedia della situazione rappresentata, rimane fedele al suo ultimo momento nel suo duro realismo. Questa foto mi è piaciuta molto, mi ha fatto riflettere sugli eventi del passato, immergendoli nella pittura.