All’alba al Ponte della Resurrezione. Fine del XVII secolo – Apollinary Vasnetsov

Allalba al Ponte della Resurrezione. Fine del XVII secolo   Apollinary Vasnetsov

L’appello di A. M. Vasnetsov ai paesaggi architettonici storici di Mosca è stato entrambi riconoscente e difficile. Grato, perché l’artista ha dovuto aprire una nuova pagina a suo modo estremamente peculiare nella storia della pittura russa.

Difficile – se non altro perché il percorso scelto di costante ricerca della grande autenticità e accuratezza archeologica delle immagini delle città antiche nascondeva di per sé il pericolo di allontanarsi dall’immediatezza creativa, minacciando di sostituire la vera arte con un’arida illustratività storica.

Nelle sue opere migliori, Apollinary Vasnetsov ha evitato questo pericolo. Se prendi i dipinti più famosi eseguiti all’inizio del XX secolo, come “Street in China Town”, “All’alba al Ponte della Resurrezione. Fine del XVII secolo”, “Ponte Moskvoretsky e Porta d’acqua della China-City. Metà del XVII secolo”, ” Ponte di pietra di Tutti i Santi. Fine del XVII secolo “, e le sue successive composizioni -” La camera della tortura di Mosca.

La fine del XVI secolo “,” I corridori.

Al mattino presto al Cremlino. All’inizio del XVII secolo “, siamo convinti che, cercando il trasferimento storicamente accurato dell ‘” immagine della città “- Mosca dei secoli XVI-XVII – Vasnetsov presta grande attenzione alla penetrazione creativa, figurativa e diretta in particolare della vita di quel tempo.