Alba a Pietroburgo – Fedor Vasilyev

Alba a Pietroburgo   Fedor Vasilyev

Una parte significativa della brevissima vita di Fedor Alexandrovich Vasiliev si è svolta a San Pietroburgo. Questa vita non può essere definita felice e senza nuvole.

Alla ricerca di una vita migliore e della ricchezza materiale di Gatcina, la famiglia del futuro artista si trasferì nella giovane capitale un po ‘dopo la nascita di Vasiliev, tuttavia, il capo della famiglia trascorse la maggior parte dei suoi guadagni su una carta o la bevve.

Ma, nonostante la difficile situazione, Vasilyev non trasferì questi gravi ricordi oscuri alla città stessa, facendo così una sorta di rivoluzione ideologica nei soliti canoni dei paesaggi urbani da parte dei Viandanti. Non ha iniziato a cercare un problema sociale, denunciare la disuguaglianza della realtà sociale, non ha sollevato altri problemi comuni che sono stati abitualmente affrontati per riunirsi in una società mobile – il giovane pittore è alla ricerca di bellezza e romanticismo in città.

La sua Pietroburgo non è solo una bellissima città, ma un luogo, una visione di un altro mondo magico. Non per niente il maestro ritrae Pietroburgo ai raggi dell’alba! Un ampio viale in un bagliore giallo-arancione, case slanciate, lampioni alti nel cielo, un marciapiede a specchio che mostra l’alba, le persone in movimento e le carrozze: l’intera città sembra non solo magicamente bella, ma in qualche modo solenne e ultraterrena nella sua eccezionale bellezza.

Gran parte dell’immagine è occupata dal cielo, bella e così diversa. Qui vengono raccolte tutte le sfumature: il blu saturo si trasforma uniformemente in un colore biancastro, al fine di acquisire successivamente una tonalità dorata, e gradualmente saziarsi con esso, si trasforma in un orizzonte arancione brillante. Immediatamente dopo la sua morte, Fyodor Vasilyev è stato soprannominato “l’artista che ha scoperto il cielo vivente” con la mano leggera di Nikolay Ghe, e questa tela conferma le sue parole nel miglior modo possibile.

Durante la sua vita, l’artista non ha avuto il tempo di essere riempito di gloria, non perché non gli fosse stato riconosciuto, al contrario, il grande talento del giovane maestro era immediatamente evidente e ammirava il più famoso Kramskoy, Repin e altri peredvizhniki, oltre al giovane brillante era una persona di spicco nei circoli aristocratici, e guadagnato diversi patroni. Vasilyev morì semplicemente molto presto, non avendo avuto il tempo di guadagnare fama nazionale e mondiale, semplicemente non ebbe abbastanza tempo. E oggi, i suoi dipinti entusiasmano ancora il pubblico, avendo anche su di esso un effetto magico.

Il tempo non ha potere sui suoi capolavori spirituali.