Al distacco di Budyonny – Mitrofan Grekov

Al distacco di Budyonny   Mitrofan Grekov

Questa è la prima immagine significativa di Grekov. Qui continua la tradizione di Vereshchagin – evita la parata. L’artista sceglie la scena di tutti i giorni: un cavaliere solitario cavalca lungo la steppa del Don, guidando un secondo cavallo di riserva con un fucile attaccato alla sella.

L’orizzonte rialzato consente di mostrare il colossale spazio aperto dietro il cavaliere. Ha assistito al notevole percorso compiuto dall’eroe. I pericoli che lo attendono su questa strada, si danno emotivamente come se volessero sentire il colore del cielo bianco caldo e la foschia afosa che aveva ritardato la distanza.

Le brevi tensioni, che sono punti acuti sulla strada, portano la loro tensione nella colorazione. L’artista descrive il momento in cui la cavalleria riuscì finalmente ad attaccare un nastro rosso alla sua pelliccia, a simboleggiare la causa per la quale combatterà. Poveri vestiti e l’assenza di lampa cosacchi, un povero fucile invece di una carabina di cavalleria parlano da soli abbastanza eloquentemente.

Questo è un abitante del villaggio, un cosacco del villaggio.

La sua evidente curvatura è associata a molti anni di lavoro contadino per un aratro o un aratro. Va dalle persone che la pensano allo stesso modo che difendono la libertà e la felicità della gente.