Adorazione dei pastori – Jacopo Bassano

Adorazione dei pastori   Jacopo Bassano

Le opere di Jacopo Bassano, i cui dipinti appartengono alla scuola veneziana, sono colorate, multi-figure e piene di movimento. Contengono le caratteristiche del Manierismo e del notevole barocco, sebbene ancora leggero. Il maestro amava le composizioni dense con personaggi raffigurati in pose complesse che sembrano naturali nei suoi dipinti.

Pertanto, la Madre di Dio in questa “Adorazione dei pastori” è rivolta a metà verso lo spettatore, e questa prospettiva ha permesso all’artista di trasmettere il suo profilo delicato e gentile, il tremore e la grazia. Allo stesso tempo, un movimento complesso inizia dalle figure di Maria e Giuseppe in piedi dietro di lei nella figura, che va da Nostra Signora al Bambino, quindi al pastore, girato lateralmente al piano anteriore della tela, e torna, descrivendo la figura otto, all’inizio.

Nonostante siano raffigurati solo pochi pastori, sembra che ci siano molti che sono venuti per adorare il bambino. Non c’è letteralmente spazio libero sulla tela: Bassano mise qui le pecore, il cane che custodiva il gregge, e ora si rannicchiò in un angolo, che aveva un bue e un asino alla nascita. Questo lavoro ricorda le parole del salmo 150 di David: “Tutto ciò che respira e loda il Signore!” Il sublime stato interiore dei pastori fa eco al sottile, lirico umore creato dalle immagini della Madre di Dio e del Bambino, così come il paesaggio serale lontano.